Uva Palieri


Già nell’antichità era considerata uno dei doni più preziosi della terra. L’uva nera, frutto settembrino per antonomasia, è una miniera di sostanze preziose per l’organismo.



Ogni acino di uva nera contiene una vera e propria mini farmacia, perfetta per le necessità del corpo alla fine dell’estate.



Nella polpa troviamo grandi quantità di glucosio, ma anche di levulosio e saccarosio, elementi energetici e nutrienti per eccellenza: sono le riserve giuste per ritrovare la prontezza mentale dopo le vacanze, e affrontare gli impegni lavorativi e scolastici dell’autunno con una scorta di vitalità pronta all’uso e di rapida assimilazione.



Le pectine e l’acido tartarico, invece, hanno funzione protettiva nei confronti del tubo digerente, spesso sovraccaricato dagli ultimi eccessi estivi.

Ma questo non è l’unico motivo per cui l’uva nera può essere considerata un valido alleato per il ritorno alla normalità quotidiana: i suoi acini sono ricchissimi di potassio, un minerale dalle spiccate proprietà diuretiche, ideale per depurarsi ed eliminare i gonfiori.



La buccia scura, invece, è un grande rimedio di bellezza: grazie al contenuto di polifenoli, contrasta l’azione dei radicali liberi, contribuendo a rivitalizzare la pelle dopo le scorpacciate di sole e acqua salata, che la inaridiscono.



Anche i capelli, spesso rovinati dal vento e dai ripetuti lavaggi, possono ritrovare il loro splendore con l’uva nera. Merito del complesso vitaminico (A, C, PP,B1, B2) che contiene, e di molti sali minerali come il sodio, il calcio, il magnesio e il manganese, lo iodio, il fosforo, il ferro e il cromo, che esercitano una benefica azione sulla struttura del capello, oltre ai noti effetti anti invecchiamento.



Già così, l’uva nera meriterebbe di diritto un posto d’onore sulla tavola quotidiana di settembre. Ma non basta. Confermando la sua qualifica di frutto “curativo”, l’uva nera svolge anche un’altra funzione importante: quella di rinforzare il sistema immunitario, sostenendo l’organismo negli sforzi del rientro, grazie alle sue spiccate proprietà antinfiammatorie.



Così, con un unico alimento, è possibile depurarsi, migliorare l’aspetto di pelle e capelli, evitare lo stress da rientro e fare il pieno di energia e leggerezza.



Per farlo, è sufficiente inserire l’uva nera nell’abituale dieta bilanciata, preferibilmente a colazione e come spuntino.

Per un effetto più immediato, poi, si può ricorrere all’ampeloterapia, ovvero la cura dell’uva: inventata dagli antichi greci, consiste nell’alimentarsi di sola uva per uno o due giorni, per amplificare l’azione dei suoi nutrienti.



Dopo uno sprint iniziale così, l’ideale è iniziare una nuova dieta bilanciata per eliminare in poco tempo i chili di troppo accumulati in vacanza.

Quanti? Controlla il tuo peso e la tua salute con i calcolatori del Club, e compila il Profilo Dieta per ricevere subito il tuo programma personalizzato.

Silvia Nava – Redazione Miadieta.it

 
   
 

Già nell’antichità era considerata uno dei doni più preziosi della terra. L’uva nera, frutto settembrino per antonomasia, è una miniera di sostanze preziose per l’organismo.



Ogni acino di uva nera contiene una vera e propria mini farmacia, perfetta per le necessità del corpo alla fine dell’estate.



Nella polpa troviamo grandi quantità di glucosio, ma anche di levulosio e saccarosio, elementi energetici e nutrienti per eccellenza: sono le riserve giuste per ritrovare la prontezza mentale dopo le vacanze, e affrontare gli impegni lavorativi e scolastici dell’autunno con una scorta di vitalità pronta all’uso e di rapida assimilazione.



Le pectine e l’acido tartarico, invece, hanno funzione protettiva nei confronti del tubo digerente, spesso sovraccaricato dagli ultimi eccessi estivi.

Ma questo non è l’unico motivo per cui l’uva nera può essere considerata un valido alleato per il ritorno alla normalità quotidiana: i suoi acini sono ricchissimi di potassio, un minerale dalle spiccate proprietà diuretiche, ideale per depurarsi ed eliminare i gonfiori.



La buccia scura, invece, è un grande rimedio di bellezza: grazie al contenuto di polifenoli, contrasta l’azione dei radicali liberi, contribuendo a rivitalizzare la pelle dopo le scorpacciate di sole e acqua salata, che la inaridiscono.



Anche i capelli, spesso rovinati dal vento e dai ripetuti lavaggi, possono ritrovare il loro splendore con l’uva nera. Merito del complesso vitaminico (A, C, PP,B1, B2) che contiene, e di molti sali minerali come il sodio, il calcio, il magnesio e il manganese, lo iodio, il fosforo, il ferro e il cromo, che esercitano una benefica azione sulla struttura del capello, oltre ai noti effetti anti invecchiamento.



Già così, l’uva nera meriterebbe di diritto un posto d’onore sulla tavola quotidiana di settembre. Ma non basta. Confermando la sua qualifica di frutto “curativo”, l’uva nera svolge anche un’altra funzione importante: quella di rinforzare il sistema immunitario, sostenendo l’organismo negli sforzi del rientro, grazie alle sue spiccate proprietà antinfiammatorie.



Così, con un unico alimento, è possibile depurarsi, migliorare l’aspetto di pelle e capelli, evitare lo stress da rientro e fare il pieno di energia e leggerezza.



Per farlo, è sufficiente inserire l’uva nera nell’abituale dieta bilanciata, preferibilmente a colazione e come spuntino.

Per un effetto più immediato, poi, si può ricorrere all’ampeloterapia, ovvero la cura dell’uva: inventata dagli antichi greci, consiste nell’alimentarsi di sola uva per uno o due giorni, per amplificare l’azione dei suoi nutrienti.



Dopo uno sprint iniziale così, l’ideale è iniziare una nuova dieta bilanciata per eliminare in poco tempo i chili di troppo accumulati in vacanza.

Quanti? Controlla il tuo peso e la tua salute con i calcolatori del Club, e compila il Profilo Dieta per ricevere subito il tuo programma personalizzato.

Silvia Nava – Redazione Miadieta.it

 
   
 

Già nell’antichità era considerata uno dei doni più preziosi della terra. L’uva nera, frutto settembrino per antonomasia, è una miniera di sostanze preziose per l’organismo.



Ogni acino di uva nera contiene una vera e propria mini farmacia, perfetta per le necessità del corpo alla fine dell’estate.



Nella polpa troviamo grandi quantità di glucosio, ma anche di levulosio e saccarosio, elementi energetici e nutrienti per eccellenza: sono le riserve giuste per ritrovare la prontezza mentale dopo le vacanze, e affrontare gli impegni lavorativi e scolastici dell’autunno con una scorta di vitalità pronta all’uso e di rapida assimilazione.



Le pectine e l’acido tartarico, invece, hanno funzione protettiva nei confronti del tubo digerente, spesso sovraccaricato dagli ultimi eccessi estivi.

Ma questo non è l’unico motivo per cui l’uva nera può essere considerata un valido alleato per il ritorno alla normalità quotidiana: i suoi acini sono ricchissimi di potassio, un minerale dalle spiccate proprietà diuretiche, ideale per depurarsi ed eliminare i gonfiori.



La buccia scura, invece, è un grande rimedio di bellezza: grazie al contenuto di polifenoli, contrasta l’azione dei radicali liberi, contribuendo a rivitalizzare la pelle dopo le scorpacciate di sole e acqua salata, che la inaridiscono.



Anche i capelli, spesso rovinati dal vento e dai ripetuti lavaggi, possono ritrovare il loro splendore con l’uva nera. Merito del complesso vitaminico (A, C, PP,B1, B2) che contiene, e di molti sali minerali come il sodio, il calcio, il magnesio e il manganese, lo iodio, il fosforo, il ferro e il cromo, che esercitano una benefica azione sulla struttura del capello, oltre ai noti effetti anti invecchiamento.



Già così, l’uva nera meriterebbe di diritto un posto d’onore sulla tavola quotidiana di settembre. Ma non basta. Confermando la sua qualifica di frutto “curativo”, l’uva nera svolge anche un’altra funzione importante: quella di rinforzare il sistema immunitario, sostenendo l’organismo negli sforzi del rientro, grazie alle sue spiccate proprietà antinfiammatorie.



Così, con un unico alimento, è possibile depurarsi, migliorare l’aspetto di pelle e capelli, evitare lo stress da rientro e fare il pieno di energia e leggerezza.



Per farlo, è sufficiente inserire l’uva nera nell’abituale dieta bilanciata, preferibilmente a colazione e come spuntino.

Per un effetto più immediato, poi, si può ricorrere all’ampeloterapia, ovvero la cura dell’uva: inventata dagli antichi greci, consiste nell’alimentarsi di sola uva per uno o due giorni, per amplificare l’azione dei suoi nutrienti.



Dopo uno sprint iniziale così, l’ideale è iniziare una nuova dieta bilanciata per eliminare in poco tempo i chili di troppo accumulati in vacanza.

Quanti? Controlla il tuo peso e la tua salute con i calcolatori del Club, e compila il Profilo Dieta per ricevere subito il tuo programma personalizzato.

Silvia Nava – Redazione Miadieta.it

 
   
 
Già nell’antichità era considerata uno dei doni più preziosi della terra. L’uva nera, frutto settembrino per antonomasia, è una miniera di sostanze preziose per l’organismo.



Ogni acino di uva nera contiene una vera e propria mini farmacia, perfetta per le necessità del corpo alla fine dell’estate.



Nella polpa troviamo grandi quantità di glucosio, ma anche di levulosio e saccarosio, elementi energetici e nutrienti per eccellenza: sono le riserve giuste per ritrovare la prontezza mentale dopo le vacanze, e affrontare gli impegni lavorativi e scolastici dell’autunno con una scorta di vitalità pronta all’uso e di rapida assimilazione.



Le pectine e l’acido tartarico, invece, hanno funzione protettiva nei confronti del tubo digerente, spesso sovraccaricato dagli ultimi eccessi estivi.

Ma questo non è l’unico motivo per cui l’uva nera può essere considerata un valido alleato per il ritorno alla normalità quotidiana: i suoi acini sono ricchissimi di potassio, un minerale dalle spiccate proprietà diuretiche, ideale per depurarsi ed eliminare i gonfiori.



La buccia scura, invece, è un grande rimedio di bellezza: grazie al contenuto di polifenoli, contrasta l’azione dei radicali liberi, contribuendo a rivitalizzare la pelle dopo le scorpacciate di sole e acqua salata, che la inaridiscono.



Anche i capelli, spesso rovinati dal vento e dai ripetuti lavaggi, possono ritrovare il loro splendore con l’uva nera. Merito del complesso vitaminico (A, C, PP,B1, B2) che contiene, e di molti sali minerali come il sodio, il calcio, il magnesio e il manganese, lo iodio, il fosforo, il ferro e il cromo, che esercitano una benefica azione sulla struttura del capello, oltre ai noti effetti anti invecchiamento.



Maggiori Informazioni
Background Image
  • Vivendo lontani dalla nostra Puglia, spesso ci ritroviamo a pensare ai suoi paesaggi, ai sapori e alle meraviglie di questo incredibile angolo di mondo. Il nostro matrimonio è stato un susseguirsi di emozioni, una giornata all’insegna dell’amore e della tradizione. Con nostra grande sorpresa e grazie alla vostra professionalità, siamo riusciti ad organizzare tutto alla perfezione e senza stress, anche se a distanza.
    Incredibile la bontà e l’eleganza dei piatti serviti (rigorosamente a km 0), estrema la cura dei dettagli e degli allestimenti. I nostri ospiti non potevano credere ai loro occhi, sono stati completamente rapiti dallo spettacolare scenario della Tenuta, che è diventata la nostra casa per un giorno :)
    Il nostro più grande grazie va a Nicole e Chiara e a tutto lo staff. Grazie per la pazienza, per le Skype calls, per l’amore e la dedizione riflessi in ogni più piccolo dettaglio. Grazie davvero per aver fatto da cornice ad una giornata che resterà nei nostri ricordi più belli.
    A voi auguriamo di continuare a lavorare in armonia e con l’umiltà che vi contraddistingue.
    Un grandissimo abbraccio!
    Patrizia & Maurizio
  • A week later and we're still buzzing with the excitement from our wedding - fantastic from start to finish! Thank you for organising such an amazing wedding party for us - we couldn't have dreamt of a more magical evening. Your help and attention throughout the planning was excellent and all of our guests (Italian, French, German and English) were left spell-bound by the garden, decorations and food. Amazing! Thank you for making it such a special occasion.
    Tom & Maria Vittoria
  • Ambiente informale ma professionale, cibo eccellente, servizio impeccabile. Siamo felicissimi di aver scelto Tenuta Pinto per il nostro matrimonio, una scelta che rifaremmo senza ombra di dubbio. Un ringraziamento speciale va a Chiara che ha seguito l'organizzazione nei minimi dettagli e con infinita disponibilità. Infine il luogo e la sua atmosfera: la masseria è bellissima e il grande parco con gli ulivi è davvero magico al tramonto.
    Nicole & Alessandro